Archivi tag: Viaggio a Napoli

Chiostro maiolicato di Santa Chiara: il fascino settecentesco di Napoli

Il chiostro maiolicato, ideato nel 1739 da Domenico Antonio Vaccaro, è uno dei quattro chiostri monumentali che compongono il Monastero di Santa Chiara a Napoli.

L’opera fece parte di una serie di lavori di ammodernamento dell’intera struttura. Questi furono possibili attraverso le donazioni delle famiglie aristocratiche e mediante l’essenziale l’intervento della badessa Ippolita di Carmignano. Nonostante ciò, una grossa parte dei fondi provennero dalla regina Maria Amalia di Sassonia, moglie di Carlo III di Borbone.

Risultato immagini per chiostro maiolicato napoli"

Le dimensioni del chiostro sono di 82,3 m × 78,3 m. Lungo il porticato vi sono 72 pilastri di varia grandezza e di forma ottagonale sormontati da archi a sesto acuto con volte a crociera, di cui 17 al lato nord e 16 lungo i restanti lati. Alle pareti sono presenti cicli di affreschi barocchi di ignoto autore su Storie francescane.

Il chiostro è attraversato da due viali in croce che dividono il giardino. Il tutto rivestito da maioliche con PaesaggiScene campestriMascherateScene mitologiche, e rappresentazioni di scene di vita quotidiana della Napoli del ‘600 e del ‘700. Sono evidenti anche le allegorie che rimandano ai quattro elementi: terra, aria, fuoco e acqua.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Alla scoperta dell’arte romanica in Puglia. La magica cattedrale di Trani

Trani: La cattedrale tra il cielo e il mare

La cattedrale di Trani si staglia tra il cielo e il mare. Essa rappresenta uno degli esempi più imponenti del romanico pugliese. La sua posizione l’ha resa infatti famosa in tutto il mondo.
La cattedrale, costruita nel 1099, per volontà del vescovo Bisanzio è dedicata a San Nicola Pellegrino.

L’alta facciata a salienti, che ricorda quella barese di San Nicola, si caratterizza per il rosone contornato da figure zoomorfe e la presenza della scalinata che si biforca dal portale bronzeo che è inserito in un sistema di nove arcate.
Affianca la facciata il campanile, alto 59 metri, la cui realizzazione iniziata nel XIII secolo fu portata a termine un secolo dopo. Sotto il campanile un ampio arco a sesto acuto ha funzione di scarico del peso della torre.

La cattedrale di Trani vista dall’esterno

Percorrendo lateralmente la cattedrale ci si imbatte nella loggia aperta su una splendida vista del Castello federiciano.

Lo spazio interno è suddiviso in tre navate da colonne binate. Il grande ambiente, spoglio di decorazioni conferisce un forte senso di spiritualità che ricorda le soluzioni ambientali delle basiliche paleocristiane.

Accendendo alla parte inferiore della basilica ci si trova nella prima delle due cripte, la Chiesa di Santa Maria, che custodisce tratti dell’antica pavimentazione musiva, mentre superando la seconda, dedicata al Santo, scendendo ancora più in basso, ci si imbatte nell’ipogeo di San Leucio, scavato sotto il livello del mare, persistenza della basilica originaria.

La navata centrale della cattedrale

CURIOSITÀ
Il campanile ebbe, fin dai primi decenni che seguirono la sua costruzione, diversi problemi strutturali. Dopo numerosi interventi di restauro nel 1953 fu smembrato e ricostruito interamente pezzo per pezzo.

articolo di Alessandra Roselli

Marc Chagall in mostra a Napoli: l’universo dei sogni. Il sentimento per la moglie Bella

L’arte di Marc Chagall è arrivata a Napoli mediante l’inaugurazione di una mostra dal titolo “Chagall, Sogno d’amore”.

Si tratta di una esposizione inaugurata il 15 febbraio, che rimarrà aperta fino al 30 giugno 2019.

Oltre 150 opere dell’artista sono state esposte presso la Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta: dipinti, disegni, acquerelli e incisioni provenienti da collezioni private (solitamente di difficile fruizione), che ripercorrono la vita del celebre artista.

La mostra è stata curata da Dolores Durán Úcar, ed organizzata dal Gruppo Arthemisia.

Acquisto Biglietti:

  • Intero € 11 (anziché € 14) – audioguida inclusa
  • Ridotto € 9 (anziché € 12) – audioguida inclusa
  • Bambini € 4 (anziché € 6) – audioguida inclusa

Orari di apertura: Tutti i giorni 10.00 – 20.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)

articolo di Cosimo Guarini