Archivi tag: vacanze

La rubrica del borgo. Etroubles, Val D’Aosta: il comune più fiorito d’Europa

Nel mezzo della Valle del San Bernardo in Valle d’Aosta sorge un borgo chiamato Etroubles. Si tratta di un luogo posto a 1270 metri di altezza, in cui gli orologi sembrano essersi fermati ai tempi in cui la serenità prevaleva sulle velocissime routine quotidiane di oggi.

Non a caso Etroubles fa parte dell’elenco dei borghi più belli d’Italia, ed è stata premiata con la bandiera arancione dal Touring Club Italiano. Inoltre fa parte anche dei “Gioielli d’Italia” valutati dal MiBACT, e nel 2013, ha vinto il titolo di Comune più fiorito d’Europa.

Nella foto: la vista delle case del borgo.

Basta osservare le case del borgo per capire quale legame vi sia con le decorazioni floreali, che forniscono un aspetto affascinante al piccolo comune valdostano.

Etroubles ha iniziato a catturare l’attenzione dei viaggiatori già dal 2005, ovvero da quando ha ospitato una grande esposizione a cielo aperto di importanti opere d’arte realizzate da artisti contemporanei di fama mondiale.

Da quel momento in poi è divenuta una delle mete più gettonate per i visitatori che si recano in Italia settentrionale, e che necessitano di un po’ di tranquillità.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Salvador De Bahia in Brasile: alla scoperta delle meraviglie tropicali

Al solo suono della parola Brasile ci si sente la musica, l’allegria e la e la freschezza delle spiagge. Già immaginiamo Rio de Janeiro, con il suo grande Cristo Redentor che abbraccia il mondo, il Pão de Açúcar e la città di São Paulo. Ma non solo: tra le bellezze di questo splendido Paese c’è anche Salvador De Bahia.

Salvador è la capitale dello stato di Bahia, nel nord-ovest del Brasile, famosa per l’architettura coloniale portoghese, la cultura afro-brasiliana e la costa tropicale.

Risultati immagini per salvador de bahia
Il centro cittadino.

Il centro storico, denominato Pelourinho, è caratterizzato da vicoli acciottolati che si aprono in vaste piazze.

Altra particolarità del luogo è la bellissima spiaggia, che estende la rete urbana fino alla costa fornendo uno spettacolo stupendo a chi si accinge a fotografarla dall’alto.

Risultati immagini per salvador de bahia
La costa vista dall’alto.
Risultati immagini per salvador de bahia
La spiaggia di Salvador.
Acquista la guida illustrata della città.

Per acquistare la guida di Salvador De Bahia clicca sul seguente link: https://amzn.to/308FO2c

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

La rubrica del borgo. Creta: le romantiche spiagge con la sabbia rosata dell’affascinante isola greca

Creta, l’isola più grande della Grecia, può vantare una serie di spiagge da sogno che non hanno nulla da invidiare alle rinomate località caraibiche.

Di seguito abbiamo provato pretenziosamente a selezionare i posti marittimi più coinvolgenti, per suggerirli ai turisti che qui vogliono recarsi.

  • Spiaggia di Chrissi, Lasithi 
Immagine correlata
L’isola di Chrissi è una delle tappe più affascinanti ed esotiche da compiere durante un viaggio a Creta.
Arrivando qui ci si trova nella parte sud dell’isola e ci si imbatte in una prima spiaggia attrezzata conosciuta come Vougiou Mati. Il mare è fantastico, la spiaggia è molto bella, c’è un bar/taverna quasi sempre affollato che vende anche cibi preparati al momento da asporto.
  • Laguna di Balos, Kissamos
Risultati immagini per Laguna di Balos, Kissamos
La laguna di Balos è una laguna separata dall’omonima baia da una lingua di sabbia che unisce il promontorio di Corico a Capo Tigani, nella parte più nord-occidentale dell’isola di Creta.
  • Spiaggia di Vai, Itanos
Risultati immagini per Spiaggia di Vai, Itanos
La Spiaggia di Itanos si trova all’estremità nord orientale di Creta ed è velocemente raggiungibile in auto dalla più rinomata spiaggia di Vai. La spiaggia sorge all’interno di una baia relativamente isolata ed è caratterizzata da un litorale irregolare a tratti ciottoloso, a tratti di sabbia dorata, bagnato da un bellissimo mare trasparente e cristallino. All’ingresso della spiaggia principale vi è una suggestiva città minoica; quella di Itanos è stata infatti in passato una delle aree più influenti della Creta orientale, particolarmente potente in epoca greca e molto fiorente a partire dal VII secolo a.C.
  • Spiaggia di Elafonissi, Chiania
Risultati immagini per Spiaggia di Elafonissi, Chania
La spiaggia di Elafonissi è particolarissima! Essa forma una specie di laguna con una serie di fasce di sabbia, e si estende su un isolotto che sorge di fronte alla costa. Il luogo è caratterizzato dal colore roseo della sabbia, che si pone come un unicum fra le spiagge del territorio (almeno tra quelle conosciute).
Il posto ha un ampio parcheggio gratuito (come quasi tutte a Creta) ed è attrezzata con una serie di ombrelloni che possono essere noleggiati a prezzi non esagerati.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

La rubrica del Borgo. La Costiera Amalfitana: un sogno che è una bellissima realtà

La Costiera Amalfitana è il tratto di costa situato a sud della penisola sorrentina, che si affaccia sul golfo di Salerno.

È famosa in tutto il mondo per la sua bellezza naturalistica, sede di importanti insediamenti turistici.

Considerata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, essa prende il nome dalla città di Amalfi, nucleo centrale della Costiera stessa.

Nella seguente gallery vi mostriamo alcuni bellissimi luoghi che la compongono:

Buona visione !

Amalfi
Amalfi: fu la prima delle quattro repubbliche Marinare. Era considerata una potenza nel traffico commerciale con l’Oriente per via del suo sbocco naturale alla Valle dei Mulini. Appena giunti sul posto si viene accolti dalle case bianche incastonate nella roccia come fossero dei diamanti, collegate tra di loro da suggestive scalinate e vicoli coperti. Il luogo più importante è la piazza dove si trova il Duomo di Sant’Andrea con il campanile e il Chiostro del Paradiso.
Atrani
Atrani: è un piccolo borgo di appena 800 anime che si trova all’imbocco della Valle del Dragone. La piazzetta si affaccia direttamente sul mare con scorci mozzafiato, il tutto nel silenzio più completo visto che non si trova negli itinerari del turismo di massa. Atrani è uno dei borghi più belli d’Italia ed è il comune più piccolo per superficie. Da visitare la Chiesa di San Salvatore de’ Birecto del X secolo.
Conca dei Marini
La Conca dei Marini: è un centro dal discutibile fascino a vocazione marinara circondato da terrazzamenti scenografici. Negli anni ’60 molte star del jet set internazionale hanno scelto di rifugiarsi in questo luogo dimenticato dal mondo. A Conca dei Marini si trova il Convento di Santa Rosa, che sovrasta la costa dalla sua sporgenza rocciosa. È qui che nel Settecento è nata la sfogliatella, dolce tipico della tradizione partenopea.
Furore
Furore è un paese che ha tanti soprannomi da “paese che non c’è” a “paese dipinto”. Le abitazioni sono concentrate in piccole macchie che spuntano tra i terrazzamenti di vitigni. La piccola spiaggia è fatta di ciottoli che raccontano vecchie storie e che hanno suscitato l’interesse di molti registi, uno fra tutti Rossellini.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Alberobello: l’incanto della pietra. Il borgo tra la Valle d’Itria e la Murgia dei Trulli

Durante tutto l’anno numerosi visitatori si recano nella piccola cittadina barese per ammirare le tipicità di luogo che rappresenta perfettamente l’unione tra la Valle d’Itria e la Murgia.

In particolare i turisti rimangono affascinati dai Trulli, le strutture coniche in pietra secca che assumono un’eleganza particolare in inverno grazie alle soffici carezze della neve; ma anche d’estate il tipico bianco della calce spicca alla luce dei raggi solari.

Un’ottima gastronomia e dei paesaggi mozzafiato completano il profilo di un borgo unico, ed ormai conosciuto da migliaia di visitatori anche oltre il confine nazionale.

Cosa vedere ad Alberobello in un giorno?

Tra le attrazioni visibili c’è senza dubbio la serie dei famosi Trulli con i simboli sulla facciata: si tratta di alcune strutture tradizionali che si trovano una accanto all’altra, recanti dei segni dipinti con la calce lungo la parte superiore. Si va quelli di ispirazione ebraica, a quelli cristiani; per poi passare dagli elementi zodiacali a quelli pagani.

Il Trullo Sovrano, edificato tra il 1775 e il 1780, rappresenta una unicità da non poter perdere. Esso si trova nella parte nord della cittadina. Stesso discorso vale per il Trullo Siamese, collocato nel Rione Monti e tipico perché composto da una doppia facciata.

Alcuni trulli di Alberobello con i simboli sulla facciata

articolo di Cosimo Guarini