Archivi tag: Turismo

La rubrica del borgo. Cortona: ”Sotto il sole della Toscana”

Cortona è un piccolo borgo toscano in provincia di Arezzo, meta del turismo mondiale grazie al film Sotto il sole della Toscana (2003) girato dal regista Audrey Wells, e tratto dal romanzo Under the Tuscan Sun di Frances Mayes.

La trama narra di una scrittrice che si innamora della Toscana e decide di comprare una villa per cambiare vita e restare per sempre in Italia.

Risultato immagini per cortona"
Cortona vista dall’alto.

 Recandosi a Cortona è impossibile non visitare piazza della Repubblica, in cui vi sono i due monumenti più significativi del borgo, ovvero il Palazzo Comunale e il Palazzo del Capitano del Popolo.

La piazza ospitava un tempo il Foro Romano ed è da secoli luogo di incontro tra le principali strade del borgo.

Risultato immagini per cortona"
Palazzo Comunale.

La meravigliosa ed imponente scalinata che conduce al Palazzo Comunale è posizionata in quel posto da quasi 1000 anni, e quindi rappresenta una testimonianza storica importante.

Nel 1500 e poi nel 1800 sono stati fatti diversi innesti, come dimostra la differenza di stile sulla torre merlata con l’orologio. Sul lato destro del palazzo c’è una colonna del 1508 con il “Marzocco”, ovvero il leone simbolo del potere fiorentino. Al suo interno merita una visita soprattutto la Sala del Consiglio con il camino del XVI secolo scolpito in pietra.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

La rubrica del borgo. Marzamemi, il paese dei pescatori in Sicilia

 Marzamemi è un luogo stupendo che trova nella pesca lo specchio della propria anima.

Celebre è la sua Tonnara, una tra le più importanti di tutta la Sicilia, e risale al tempo della dominazione araba.

Immagine correlata
La celebre Tonnara.

Nonostante negli ultimi anni il borgo abbia puntato molto sul turismo, sfruttando il paesaggio marino caratteristico, la sua fortuna risiede nei prodotti tipici come la bottarga e la ventresca di tonno rosso.

Per ammirare la bellezza del borgo vi consigliamo di vedere il video postato su Zingarate cliccando qui.

Nella foto è presente un libro che ripercorre le tipicità del luogo, e che vi consigliamo di leggere.

Per acquistare il libro con sconto clicca sul seguente link: https://amzn.to/348N5Ch

Come raggiungere il borgo?

Marzamemi è una piccola località di mare in provincia di Siracusa. Per raggiungerla, si può atterrare all’aeroporto di Catania (distante 100 km) oppure all’aeroporto di Comiso (che ne dista 75).

Da Catania partono i pullman della Linea Interbus, che raggiungono Pachino (da lì Marzamemi è vicinissima). Se ci si sposta in treno, invece, si arriva a Noto e da qui si può prendere un pullman. Infine, con l’auto, si deve percorrere l’autostrada Messina/Catania/Siracusa/Gela e uscire a Noto, da dove parte la provinciale per Pachino.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero


La rubrica del borgo. Capri: la stella che brilla nel golfo di Napoli

Capri è l’isola nel Golfo di Napoli famosa per il territorio scosceso, gli hotel esclusivi e il bellissimo panorama.

Uno dei posti naturali più conosciuti dell’isola è la Grotta Azzurra, una cavità buia in cui l’acqua del mare si tinge di blu elettrico grazie alla presenza di una grotta sotterranea che filtra la luce del sole.

Risultati immagini per grotta azzurra
La Grotta Azzurra all’interno.
Consigliamo la lettura del libro di Emilio Martini, ambientato nella bella isola campana.

Per acquistare il libro nella foto in alto clicca sul seguente link: https://amzn.to/2Moiw5X

Il Monte Solaro è un’altra splendida attrazione del luogo. Si tratta della cima più alta di Capri con i suoi 589 m. Per mezzo di una seggiovia (come si può vedere dalla foto in basso) è possibile percorrere un tratto aereo che permette una vista mozzafiato.

Risultati immagini per Monte Solaro

Per i turisti a cui interessa sorseggiare un caffè o un gustoso gelato durante le ore calde del giorno; ma anche per chi è interessato a trascorrere gradevolmente le serate, immerso tra la gente e gli odori dell’isola, è consigliata la visita di Piazza Umberto I.

Risultati immagini per Piazza Umberto I capri
Vista di Piazza Umberto I.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Bellagio: la perla tra i due rami del Lago di Como

Bellagio è un borgo italiano che si trova proprio sul promontorio che divide nei due rami il Lago di Como.

Esso si sviluppa per piccole stradine, con tanti negozi di artigianato locale che permetto ai turisti di vivere serenamente i giorni della propria permanenza nel luogo.

Immagine correlata

La visione di questo borgo, infatti, trasmette indubbiamente serenità. E’ come ritrovarsi in un film in cui lo stress e le città industrializzate sono lontane.

Bellagio è stato il luogo di ambientazione di opere letterarie, come si vede nella foto riportata di sopra.

Per acquistare il prodotto cliccare sul seguente link: https://amzn.to/33skXJZ

Il posto gode di un microclima temperato paragonabile a quello della riviera ligure. Questa caratteristica lo ha fatto divenire una delle prime destinazioni vacanziere dell’Italia del Nord, già ai tempi degli antichi romani e ha lasciato tracce nei pensieri di tanti letterati europei, tra cui Flaubert e Stendhal.

Con il battello da Bellagio si possono raggiungere facilmente gli altri altrettanto rinomati paesi di VarennaMenaggioTremezzo con Villa Carlotta, Lenno con Villa Balbianello.

Risultati immagini per bellagio

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

La rubrica del borgo. Cordova: tra la moschea e i resti archeologici

Cordova è una città dell’Andalusia, una regione del Sud della Spagna. È stata un’importante città romana e uno dei principali centri dell’Islam durante il medioevo.

Per conoscere meglio le meraviglie di Cordova, consigliamo la lettura della guida proposta in foto.

Per acquistare il prodotto clicca sul seguente link: https://amzn.to/2MTCuVx

Ecco di seguito le principali attrazioni della città:

1. Mezquita

Risultati immagini per moschea cordova

Cordova è famosa soprattutto per la Mezquita, un’immensa moschea risalente al 784 d.C. caratterizzata da colonne e antichi mosaici bizantini. L’edificio divenne una chiesa cattolica nel 1236, e nel XVII secolo fu aggiunta una navata in stile rinascimentale.

2. Alcázar de los Reyes Cristianos  

Risultati immagini per Alcázar de los Reyes Cristianos

Si tratta di un palazzo del ‘300 in stile Mudéjar che ospita giardini terrazzati, mosaici romani e torri gotiche con vista.

3. Madinat al-Zahra

Risultati immagini per 3. Madinat al-Zahra

Complesso di resti archeologici, tra cui basiliche, moschee e portici, di un antico palazzo medievale.

4. Torre de la Calahorra

Risultati immagini per Torre de la Calahorra

La torre medievale funge da museo cittadino, con un’ottima collezione di statue di cera. Essa è dotata di una vista panoramica che ammalia i visitatori.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

La rubrica del borgo: Viaggio in Provenza. L’Isle-sur-la-Sorgue: la cittadina sull’acqua

L’Isle-sur-la-Sorgue è un borgo francese di circa 19.000 abitanti situato nel dipartimento di Vaucluse, che si trova nella regione della Provenza- Alpi-Costa Azzurra.

Dista circa 800 km da Parigi, 80 km da Marsiglia e 20 km da Avignone.

Il suo nome deriva dal Sorgue, un fiume francese che nasce alcuni chilometri a monte di Fontaine-de-Vaucluse.

Anticamente la città faceva parte del Comtat Venaissin, una regione storica della Francia dipendente dallo Stato Pontificio. In seguitò tornò sotto il controllo francese con la Rivoluzione.

L’intero distretto di Vaucluse è sinonimo di arte e natura: dalle storiche cittadine ai pittoreschi villaggi, dalle distese di lavanda ai famosi vigneti.

Questo borgo in particolare è uno dei più affascinanti della zona, in essa si respira quell’atmosfera che solo la Provenza più autentica riesce a regalare: persiane colorate circondate dall’edera, terrazze sull’acqua, i mercatini dell’antiquariato.

L’Isle-sur-la-Sorgue è percorsa da molti canali che fanno sembrare la città un gruppo di isole, sui quali si trovano antichi mulini idraulici in legno. Utilizzati in passato per produrre prodotti locali come lana e seta, sono oggi una delle principali attrazioni turistiche del luogo.

La piazza centrale dona uno degli scorci più suggestivi della zona, con pittoreschi edifici che si specchiano nei canali.

Famoso è il mercatino dell’antiquariato, ideale per chi ama gli acquisti vintage. Durante l’anno, infatti, ci sono anche tre appuntamenti da non perdere: il mercato di antiquariato che si tiene ogni domenica e la grande Fiera dell’Antiquariato che si tiene nei giorni di Pasqua e a Ferragosto.

Nelle vicinanze troviamo Fontaine de Vaucluse, una sorgente naturale che da origine al fiume Sorgue.

L’unico monumento importante è la Chiesa di Notre-Dame-des-Anges, con il suo interno in stile barocco, che fu ricostruita in parte nel XVII secolo dopo il crollo della navata avvenuto nel 1636. All’interno sono scolpite le teste di 222 angeli.

Da vedere anche la Torre di Argen.

Le case affacciate sull’acqua, i balconi fioriti, i ristoranti con i tavolini a pochi centimetri dal verde dei canali introducono subito il visitatore in questo villaggio meraviglioso. L’atmosfera è adatta per assaporare un bicchiere di vino rosè e mangiare il pesce locale.

Simona Lamarmora per L’isola di Omero


San Francisco, la city collinare negli USA che sorprende i turisti

La città di San Francisco negli Stati Uniti attira un ingente numero di visitatori per il grande fermento culturale e le numerose iniziative che qui hanno sede.

Di seguito abbiamo selezionato delle immagini significative che ripercorrono i luoghi e le attrazioni da non perdere nella famosa città collinare.

Ecco la gallery: buona visione!

Ferry Building, un luogo dove fare un’ottima colazione potendo ammirare un paesaggio gradevolissimo.
(Foto tratta da viaggi-usa.it)
Nel piazzale antistante al Ferry Building è frequente trovare gente che fa ginnastica ogni giorno.
(Foto tratta da viaggi-usa.it)
I caratteristici tram di San Francisco, nominati Cable Car.
(Foto tratta da viaggi-usa.it)
La spettacolare Lombard Street.
(Foto tratta da viaggi-usa.it)
La Chinatown di San Francisco è la più antica e numerosa comunità cinese degli USA.
(Foto tratta da viaggi-usa.it)
La baia di San Francisco ospita anche l’isola di Alcatraz, dove ha sede la tristemente famosa prigione che chiuse i battenti nel 1963.
(Foto tratta da viaggi-usa.it)

Grazie per la visione !

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

La rubrica del borgo. Santorini: l’isola più bella del Mar Egeo

A metà strada tra Atene e Creta si trova l’isola greca per eccellenza, Santorini. Con i suoi circa 13.700 abitanti è la più meridionale delle Isole Cicladi, e si trova nel Mar Egeo.

La mappa delle Isole Cicladi

Il nome le fu dato dai Veneziani, e deriva da Sant’Irene, una martire a cui era dedicata la basilica di Perissa, il famoso villaggio che si trova nella parte sud-orientale.

In passato aveva una forma circolare (era conosciuta come Strongili, la rotonda), mentre attualmente assomiglia ad una mezzaluna; la sua conformazione deriva un’eruzione vulcanica avvenuta circa 10.000 anni fa, che ha causato l’affondamento di gran parte dell’isola.

La zona più suggestiva è il crinale della caldera, da cui si può si possono ammirare romantici tramonti mozzafiato che si riflettono sulle formazioni rocciose, che a loro volta assumono colori particolari.

Ogni anno 1,5 milioni di turisti si recano in vacanza a Santorini.

Fira, la capitale, è il centro nevralgico del turismo dell’isola: con le sue taverne tipiche, negozi di souvenir, bar e ristoranti. E’ formata da numerose casette bianche che si affacciano sulla caldera, con le loro caratteristiche porte e finestre di colore blu.

Fira vista dalla caldera

Oia, invece, si trova a nord dell’isola ed è la località chic, nonché uno dei villaggi più avvolgenti. E’ anche rinomato per i suoi mulini a vento.

Il villaggio di Oia

Per gli appassionati storici, è possibile visitare il sito archeologico di Akrotiri, dove si respira la tipica atmosfera della Grecia classica; si tratta di un’antica città minoica rimasta sepolta in seguito ad una eruzione vulcanica.

Il sito archeologico di Akrotiri

Per chi vuole godere delle meravigliose spiagge e del mare blu, può fare un tuffo nella red beach, la spiaggia più famosa di Santorini. Come le altre spiagge, anche questa riflette l’origine vulcanica dell’isola, infatti è composta da sabbia rossastra delimitata da grandi scogliere.

La red beach

Famosi sono anche i vigneti, che crescono affacciati sul mare e producono vini bianchi secchi o ambrati vini da dessert, come il famoso Vin Santo (diverso da quello italiano), dal sapore dolce e corposo. Le uve autoctone più famose sono le Assyrtiko.

Curiosità

La famosa eruzione ha ispirato Platone nella narrazione del mito di Atlantide, infatti si pensa che l’isola di cui si parla sia proprio Santorini.

Simona Lamarmora per L’isola di Omero

Il Duomo di Orvieto: la particolarità dei mosaici sulla facciata

Il Duomo di Orvieto è il principale luogo religioso della cittadina umbra. E’ stato realizzato in stile romanico da un artista sconosciuto; probabilmente si tratta di Arnolfo di Cambio.

Inizialmente fu fra Bevignate da Perugia ad assumere la direzione dei lavori, mentre successivamente egli venne sostituito da Giovanni di Uguccione.

Durante i primi anni del Trecento la struttura iniziò ad assumere delle sembianze gotiche per mezzo degli interventi apportati dall’architetto-scultore Lorenzo Maitani da Siena.

Risultati immagini per duomo di orvieto
Il Duomo di Orvieto al suo interno

Una delle particolarità del Duomo è quella dei mosaici sulla facciata, realizzati da vari autori prevalentemente a partire dalla prima metà del 1300.

Cosa rappresentano?

Essi contengono le raffigurazioni della vita della Vergine a cui la cattedrale è dedicata.


In foto: Mosaico dell’Incoronazione della Madonna nella Cuspide centrale (rifatto in epoca moderna)

Dall’Assunzione in cielo, alla Natività della Vergine, fino all’Incoronazione della Madonna. Questi sono i temi rappresentati sui mosaici in facciata.
Sono stati numerosissimi gli interventi di restauro per riportarli al loro originale splendore.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

La rubrica del Borgo. Chianalea: la piccola Venezia si trova in Calabria

Chianalea è un piccolo borgo di pescatori che fa parte del comune di Scilla, in provincia di Regio Calabria e in prossimità dello Stretto di Messina.

La leggenda afferma che in età omerica siano stati gli esuli troiani a costituire qui il primo nucleo abitato, dove grazie ai numerosi scogli era più facile la pratica della pesca.

Per il legame che Chianalea ha con il mare essa è definita la piccola Venezia.

Passeggiando tra le sue suggestive viuzze è facile incontrare pescatori che, sotto la propria abitazione, danno vita alle reti per la pesca. Del resto si dice che qui le case sono barche e le barche sono case.

Oltre agli splendidi scorci naturali sarà possibile ammirare il castello dei Ruffo. Si tratta di un edificio riadattato ad uso residenziale dal conte Paolo Ruffo, che nel 1532 subentrò nel feudo di Scilla. Esso si eleva sul mare a contatto con la storia del mito e diventa un tutt’uno con lo spettacolo della natura.

Il castello dei Ruffo

Cosimo Guarini per L’isola di Omero