Archivi tag: Londra

STEPHEN WILTSHIRE: L’ARTISTA AUTISTICO CHE DISEGNA INTERE CITTÀ

A Stephen Wiltshire, artista nato a Londra il 24 aprile del 1974, fu diagnosticato l’autismo a soli 3 anni.

Da bambino l’artista non si relazionava con gli altri e, come unico passatempo, amava disegnare. I suoi soggetti erano prima gli animali, poi gli autobus di Londra, e infine sono diventati i palazzi della sua città.

Limited editions of Eiffel Tower and Arc de Triomphe
Parigi vista da Wiltshire

Ciò che emerge dai disegni è un’attenta osservazione della realtà circostante e la capacità di riprodurla su carta rispettando le regole della prospettiva.

L’autismo, però, ha condizionato la vita di Stephen, tanto che egli non riusciva a relazionarsi con gli altri e rimaneva chiuso in se stesso.

Per riuscire a farlo parlare, a nove anni, i genitori e gli insegnanti gli tolsero carta e matite. Fu allora che il disegnatore pronunciò la sua prima parola “paper” (carta), per riottenere il suo materiale.

Artist Stephen Wiltshire Draws Entire Cities From Memory | HowStuffWorks
Stephen Wiltshire in primo piano mentre disegna.

A 8 anni Stephen Wiltshire ricevette un incarico dal primo ministro Margaret Thatcher che, meravigliata dalla sua memoria fotografica, gli commissionò il disegno della cattedrale di Salisbury

Per realizzare le sue opere l’artista si sposta prevalentemente in elicottero per sorvolare le città dall’alto, memorizzare ogni dettaglio e in seguito riprodurlo; a volte disegna anche di fronte ad un pubblico.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Salvator Dalì – La metamorfosi di Narciso: i paesaggi paranoici

La metamorfosi di Narciso (50,8 cm X 78,3 cm) è un quadro realizzato tra il 1936 e il 1937 dal pittore spagnolo Salvador Dalí. Il dipinto è conservato alla Tate Modern Gallery di Londra.

L’opera rappresenta il mito del narcisismo, in quanto raffigura un Narciso che muore e si fossilizza.

La stampa de La metamorfosi di Narciso è presente su Amazon.

Acquista la stampa del dipinto cliccando sul seguente link: https://amzn.to/2peNKCg

Com’è composta l’opera?

Il corpo di Narciso si presenta come un enorme figura sul lato sinistro dell’opera. Egli è accucciato in una posizione quasi fetale. Tale aspetto riconduce alla ricerca, da parte del personaggio, della solitudine del grembo materno, prima di nascere. Egli sembra immerso in una calda ed aurea luminescenza. Nell’acqua su cui siede è visibile il suo riflesso dal quale ha inizio la trasformazione.

Risultati immagini per Salvador Dalì - La metamorfosi di Narciso
La metamorfosi di Narciso (1936-37).

 Sul lato destro del quadro riappare il protagonista con colori più chiari e freddi, e che in una mano stringe un uovo dal quale nasce un fiore di narciso.

Dalí riteneva che attraverso dei passaggi nettamente paranoici fosse possibile ottenere due figure anatomicamente e figurativamente identiche, anche se queste erano molto differenti.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Triangolo della magia nera: Torino, Londra e San Francisco. Tra il macabro e il misterioso

Torino è l’unica città a far parte sia del triangolo della magia bianca (insieme a Praga e a Lione) e sia di quello della magia nera, con Londra e San Francisco.

La città della Mole ha ospitato Nostradamus ed altre individualità importanti delle arti occulte quali Fulcanelli, il Conte di Saint Germain, Cagliostro e Paracelso.

Una leggenda sostiene che chi abbia poteri divinatori e pratichi l’occultismo debba recarsi a Torino per omaggiare il “Grande Vecchio”, una sorta di premonitore, dominatore dei segreti dell’universo intero, che risiederebbe in collina.

Risultati immagini per torino
Visuale di Torino, con la celebre Mole Antonelliana.

 Londra, invece, è il teatro della raccapricciante scia di sangue lasciata dietro di sé dal padre di tutti i serial killers mondiali: Jack The Ripper, meglio conosciuto come Jack lo Squartatore. 

Sconcertante è la modalità degli omicidi: dopo aver immobilizzato le sue vittime, esclusivamente prostitute abbordate nei quartieri più malfamati, prima le sgozzava e poi infieriva sui corpi già straziati, arrivando ad asportarne gli organi interni.

Risultati immagini per jack lo squartatore londra
Raffigurazione del ritrovamento di una vittima di Jack lo Squartatore.

L’ultima città del triangolo nero, non per importanza, si trova negli USA ed è San Francisco.

La città collinare è tristemente balzata agli onori della cronaca quando, dal 1968 al 1974, si verificò una serie di omicidi, riconducibili a un assassino che si firmava semplicemente Zodiac. 

A differenza del killer londinese Jack lo Squartatore, però, Zodiac non uccideva solo prostitute, ma sceglieva senza un criterio preciso le proprie vittime e, di volta in volta, cambiava anche le modalità di esecuzione, passando indifferentemente da armi bianche a fucili da caccia. 
Sebbene, nel corso degli anni, molte persone siano state identificate come Zodiac, solo su Arthur Leigh Allen la scientifica indagò in modo serio e continuo. Ma il mistero di Zodiac resta ancora oggi irrisolto.

Risultati immagini per zodiac san francisco
Testimonianza delle ricerche del criminale a San Francisco.

Cosimo Gurini per L’isola di Omero