Archivi tag: Corona Virus

MAX SIEDENTOPF: L’ARTISTA CHE A FEBBRAIO CI AVEVA MESSI A NUDO (?)

A Febbraio 2020 con l’inizio del COVID 19, l’artista tedesco Max Siedentopf pubblicò il suo dissacrante progetto fotografico How to survive a deadly global virus, in italiano Come sopravvivere a un virus mortale globale.

L’intento era quello di far riflettere su come la società fosse incapace di comprendere e affrontare in modo razionale un problema, schiava di comportamenti di massa.

Una delle foto che fanno parte del progetto artistico “Come sopravvivere a un virus mortale globale”.

E quale comportamento poteva essere quanto più di massa se non l’uso della mascherina?

A Novembre 2020 sembra essere inspiegabile come un artista ormai di fama mondiale abbia potuto sottovalutare il tema complesso di un virus così letale, e in quel momento ancora sconosciuto.

Ma, senza senno del poi, Siedentopf aveva dotato dei modelli di alcuni oggetti di uso comune utilizzandoli a mo’ di mascherina, tra cui una foglia di lattuga, una scarpa di marca, un reggiseno, un’arancia, e addirittura un barattolo di nutella.

Chissà cosa penserà adesso Siedentopf della propria creazione !

Una molta che tiene ferma una lattuga sulla fronte di una donna, dal progetto di Siedentopf.

Chi è Max Siedentopf?

Maximilian Siedentopf (nato il 27 giugno 1991) è un artista, designer, editore e regista namibiano -tedesco.  È noto per aver allestito un’installazione intitolata Toto Forever in the Namib Desert che consiste in un anello di grandi blocchi bianchi in cima ai quali siedono sei altoparlanti collegati a un lettore MP3 a energia solare configurato per riprodurre continuamente il 1982 canzone Africa della band americana Toto . La posizione esatta dell’installazione non è stata rivelata. 

TOTO FOREVER | Max Siedentopf
In foto: l’installazione intitolata Toto Forever in the Namib Desert.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero