Archivi tag: canali

La rubrica del borgo. Giethoorn: il paese senza strade in Olanda

 Giethoorn è un piccolo borgo olandese che dista circa 120 Km dalla capitale Amsterdam.

La particolarità di questo paesino è che non ha strade ma solo canali pittoreschi e ponti in legno. Ciò comporta che le auto sono bandite e le persone si muovono a piedi, in bici o in barca.

Giethoorn conta poco meno di 3000 abitanti e pare sia stato fondato da fuorilegge e mercenari intorno al 1230. Un gruppo di fuggiaschi provenienti dal Mediterraneo, infatti, diede vita al piccolo borgo che solo successivamente prese le sembianze di quello che conosciamo oggi. 

Lungo i canali di Giethoorn.

Il borgo fu realizzato come insediamento degli estrattori di torba. Questa attività causò la formazione di stagni e laghi nell’ambiente circostante e la gente iniziò a costruire le case sugli isolotti tra i bacini.

La maggior parte delle case di Giethoorn si trovano su piccoli isolotti privati collegati tra loro da oltre 150 ponti di legno che attraversano il paesaggio.

Questo luogo da favola si trova esattamente nella provincia di Overijessel e fa parte del parco nazionale Weerribben-Wiedenn. Dunque, i visitatori che decideranno di recarvisi potranno rimanere a stretto contatto con la natura, dopo aver visitato quella che viene chiamata la Venezia del nord o dei Paesi Bassi.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

La rubrica del borgo. Bruges: la città dei canali e delle case colorate

Bruges è la capitale delle Fiandre Occidentali nel nord-ovest del Belgio. Teoricamente non si potrebbe parlare di essa come un borgo, ma la presenza di suggestivi canali e stradine caratteristiche, con le case che si riflettono nell’acqua, crea un’atmosfera stupefacente. Le luci e i rumori tipici delle grandi città sembrano non esistere in questo luogo, nonostante ospiti una comunità di circa 117.000 abitanti.

Immagine correlata
Grote Markt, la piazza al centro della città, vista in orario serale.

Cosa si può visitare a Bruges?

La Grote Markt è la piazza principale della città, caratterizzata da edifici di diversi colori. Capiterà diverse volte di passare da qui per raggiungerne altri posti.

Il campanile Belfort è la seconda attrazione che si consiglia di vedere. Sarà possibile salirvi in cima per ammirare il panorama da incanto di Bruges. Si tratta di ben 366 scalini che scorrono lungo uno stretto cunicolo.

Risultati immagini per campanile belfort bruges
Il noto campanile Belfort.

Begijnhof (Beghinaggio) è una zona lontana dal centro da apprezzare il silenzio anche nei giorni in cui la città è piena di turisti. Qui vivevano le beghine ed ora, in questi edifici, risiedono delle suore. Nel canale che si trova di fronte al beghinaggio ci sono degli splendidi cigni, che si stabilirono qui fin dal XV secolo.

Risultati immagini per Begijnhof bruges
La zona Begijnhof.

Nei pressi della stazione della città troviamo il Parco Minnewater, famoso perché al suo interno è presente il cosiddetto Lago dell’amore. Questa è una delle attrazioni più romantiche di Bruges, che ogni anno coinvolge moltissimi innamorati.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero