Archivi tag: Beni Culturali

Dei mosaici emergono sotto alcuni vigneti nei pressi di Verona

27 maggio 2020 – Ci troviamo a Negrar, in Valpolicella nei pressi di Verona. Qui la Soprintendenza del capoluogo scaligero ha da poco effettuato degli scavi sotto alcuni vitigni.

Dai lavori, probabilmente avviati sotto la segnalazione dei proprietari del terreno, sono emersi mosaici in ottimo stato di conservazione risalenti al primo secolo dopo Cristo.

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

La coscienza che in quella zona vi potessero esser dei reperti è certificata sin dalla fine dell’Ottocento. Successivamente altri mosaici, ora conservati presso il Museo Archeologico al Teatro Romano, erano stati rinvenuti con una campagna scavi negli anni ’60.

Sotto i vigneti della Valpolicella emergono mosaici del primo ...
Lo scavo effettuato alla Soprintendenza.

Le autorità predisposte stanno effettuando tutte le analisi del caso, si attendono aggiornamenti in merito.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Il Palazzo dei Papi di Avignone: tra il gotico e i misteri della Curia papale

Il Palazzo dei Papi ad Avignone è una struttura architettonica di rilevanza unica in Francia e non solo. Non a caso dal 1995 è stato inserito nell’elenco dei beni che fanno parte del Patrimonio mondiale dell’Umanità.

L’edificazione avvenne tra il 1335 e il 1364. La città francese divenne sede papale nel 1309, per via dell’allontanamento dei Pontefici dal caos di Roma.

Con l’avvento di Clemente VI, Innocenzo VI e Urbano V, inoltre, vi fu l’ampliamento della struttura che attualmente prende il nome di Palazzo Nuovo.

Le modifiche riguardarono la costruzione di una nuova torre ed altri edifici adiacenti (tra questi non si può non considerare la Cappella Grande, lunga più di cinquanta metri).

La facciata del Palazzo di Avignone vista in maniera completa

Il perfetto stile architettonico gotico medievale fa da contorno ad una storia fitta di eventi.

Tra questi come non ricordare il momento in cui Gregorio IX decise di ristabilire la Sede Pontificia a Roma. Questa azione portò ad una separazione che riguardò gli antipapi Clemente VII e Benedetto XIII. Essi stabilirono la loro sede ad Avignone fino al 1408.

Dopo la morta di Gregorio IX (1378) fu eletto Urbano VI, che però fu costretto dalle pressioni dell’aristocrazia romana ad essere destituito dai cardinali. Al suo posto il conclave elesse Clemente VII.

Quest’ultimo ritornò nella città francese, mentre Urbano contemporaneamente rifiutò di rinunciare al trono di San Pietro a Roma. Avvenne così il Grande Scisma d’Occidente.


Cosimo Guarini per L’isola di Omero