Archivi tag: Arte e Hitler

Allegoria della Pittura di Jan Vermeer: il pittore che diventa osservatore dell’opera

L’Allegoria della Pittura è un dipinto di Jan Vermeer databile al 1666 circa, e conservato al Kunsthistorisches Museum di Vienna.  L’opera è firmata sulla carta geografica a destra della ragazza: “I[oannes] Ver. Meer”.

La tela rappresenta un pittore di spalle, presumibilmente lo stesso autore, nell’intento di raffigurare una giovane donna con in mano un libro (simbolo della Storia) e una tromba (simbolo della Gloria). La giovane in testa ha un serto di alloro, che conferisce alla figura femminile un aspetto simile a quello della musa Clio.

A sinistra, la finestra semicoperta da una tenda lascia oltrepassare un fascio di luce chiara che illumina l’intera stanza. Il pittore è vestito con un elegante abito nero, composto da tagli presenti sulle maniche. L’artista si mette idealmente dallo stesso punto di vista dell’osservatore del dipinto, come se chi ha dato vita a queste figure avesse osservato la scena da terza persona.

Risultato immagini per Allegoria della pittura vermeer
Allegoria della Pittura (1666), Jan Vermeer.

L’esistenza del dipinto è documentata sin dal 1676, quando la vedova di Jan Vermeer, chiamata Cathrina Bolnes, lo cedette per salvare la vendita all’asta delle opere di proprietà del defunto marito.

L’opera scomparve fino al XIX sec. quando la si ritrovò nelle collezioni Swieten e del conte Czernin. Nel 1938 diventò proprietà di Adolf Hitler, per poi arrivare all’attuale collocazione nel 1946.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero