Ad Oslo è stato da poco inaugurato il “Munchmuseet“, un museo che esporrà la più vasta collezione al mondo delle opere del pittore norvegese Edvard Munch.

L’edificio si basa sull’idea di un museo verticale: alto 60 metri, rivestito in lastre di alluminio riciclato, traslucido e forato, e con la caratteristica fessura in alto, l’edificio è ben visibile e riconoscibile da tutti i lati.

Il Munchmuseet ad Oslo

Il museo è uno dei più grandi al mondo dedicati a un singolo artista: 13 piani e 11 sale espositive per oltre 26.000 metri quadri complessivi, con anche sale destinate ai concerti e alcuni laboratori artistici. Esso proporrà anche mostre temporanee che tratteranno l’influenza di Munch sull’arte contemporanea.

Al suo patrimonio appartengono oltre 26.000 opere che l’artista norvegese, scomparso nel 1944, ha lasciato in eredità alla città di Oslo; a esse si sommano le numerose e prestigiose collezioni donate dai privati.

La facciata dell’edificio è stata concepita dagli architetti per riflettere i colori e le mutevoli condizioni del cielo di Oslo, conferendo al Munchmuseet una presenza enigmatica e in continua evoluzione. Grazie a questa soluzione, dall’ultimo piano, dove si trovano la terrazza panoramica e il ristorante, si potrà ammirare una vista spettacolare ed un panorama mozzafiato.

All’interno del MUNCH troverete, tra le varie opere, la serie di dipinti The Scream, con le diverse versioni dell’iconico Urlo, compreso il primo studio (un pastello risalente al 1893). Inoltre, il museo ospita il monumentale dipinto murale The Sun, del 1909 (lungo 8 metri). Infine, sono inclusi nella collezione anche stampe, fotografie, disegni, xilografie, acquerelli e migliaia di altri oggetti, come lettere e circa 10.000 effetti personali.