VIAGGI E CULTURA: RESOCONTO DEL 2020, PROSPETTIVE PER IL PROSSIMO ANNO

Un anno particolare si è concluso e lascia il corso ad un altro che ci auguriamo possa riportarci a vivere come prima. Nella vita, si sa, è molto più semplice guardare indietro che protendere lo sguardo in avanti. Ma è ovvio che dopo un 2020 del genere non si può far altro che prendere atto della situazione e ripartire in base alle possibilità che ci saranno.

Questo discorso riguarda in particolare gli attori principali di due mondi che spesso possono coesistere, ovvero quelli della cultura e dei viaggi e che interessano imprenditori, lavoranti, associazioni, istituti di formazione e artisti.

Ma non solo: entrambe le realtà nascono anche perché esistono dei fruitori che non vedono l’ora di vivere a pieno la vita, dando sfogo alle proprie passioni.

Viaggi roulette: il nuovo format per una vacanza unica - Periodico Daily

Da Marzo 2020 fino alla fine dell’anno, l’emergenza sanitaria Covid 19 grosso modo non ha permesso di viaggiare per turismo culturale, oltre che di presenziare a mostre ed eventi d’arte, o assistere a spettacoli teatrali o cinematografici. Insomma il mondo artistico e culturale è in ginocchio.

Ad oggi non ci sono notizie ufficiali su quando e su come procederà la fase di vaccinazione iniziata lo scorso 27 dicembre 2020. Non si ha idea di come ci possa essere una ripresa sicura, e soprattutto non si conoscono i tempi.

Notizie dell’ultima ora non danno notizie confortanti sulla riapertura di teatri e cinema a gennaio. E se si pensa a qualche mese dopo, ad oggi non sappiamo come vivremo l’estate, periodo di principali spostamenti per noi italiani: se potremo viaggiare o se dovremo rassegnarci a delle forti limitazioni.

Alla scoperta dei teatri più belli d'Italia

Nei mesi scorsi, si è tentato di condividere le bellezze culturali per mezzo delle nuove tecnologie digitali e dei social. Ma è vero che i sapori, gli odori e le sensazioni che possiamo vivere dal vivo non sono per niente replicabili digitando uno schermo.

Dunque lo step successivo che ci aspetterà nell’estate del 2021 sarà presumibilmente in linea con quello dell’anno precedente: mascherine ovunque, qualche riapertura nei luoghi di interesse artistico ma con restrizioni.

Bisogna contare, però, che nella stagione più calda del 2020 alcune misure restrittive non sono state adoperate o non c’è stato un rispetto saldo delle norme, tanto da favorire assembramenti.
È anche vero che se la gente è legittimata a muoversi lo fa senza violare alcuna legge. Dunque, non si potranno colpevolizzare le persone ma sarà il caso che le autorità prendano delle decisioni ferme in base alla situazione sanitaria.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...