Klementinum a Prga

Biblioteca Klementinum: un tempio sacro dei libri nel cuore di Praga

La biblioteca nazionale Klementinum di Praga viene considerata da molti come uno dei più bei esempi di architettura barocca nel mondo. Fa parte di un complesso storico di edifici che coprono un’area di circa 20mila metri quadrati, fondato per ordine dei Gesuiti dopo il loro arrivo in Boemia nel 1556, originariamente come scuola della compagnia. Il suo nome deriva dal monastero domenicano di San Clemente e della chiesa che vi era lì.

Fin dal Medioevo, molti dei grandi scienziati, astronomi, musicisti e filosofi europei, avevano studiato e lavorato qui influenzando lo sviluppo della straordinaria varietà di edifici del centro storico della capitale boema e dello stesso Klementinum. Allo stile barocco si deve, oggi, la massima eleganza architettonica del complesso secondo, per dimensione, solamente al Castello di Praga e che si trova una magnifica posizione, vicino al fiume Moldava, a pochi passi dall’affascinante Ponte Carlo.

Clementinum - Wikipedia
La Biblioteca dall’esterno.

Progettata dall’architetto Kilian Ignaz Dientzenhofer nel 1722, conserva preziosi manoscritti, tra questi il Vysehrad Codex e la bibbia di Velislav. Il Vyšehrad Codex è uno dei più preziosi codici miniati dell’Europa medievale composto da 108 fogli di pergamena, riccamente decorati, che contiene tra le altre cose le immagini dell’Antico Testamento e del patrono ceco San Venceslao.

Il primo nucleo della collezione risale al 1366, donato da Carlo IV all’Università Carolina. La sua costruzione ha richiesto circa 170 anni e ha coinvolto alcuni tra i più celebri architetti dell’epoca. Nel XVII la scuola si fuse con l’Università Carolina diventando, a quel tempo, una delle più grandi università gesuita in Europa e la più importante a Praga. L’università continuò ad esistere fino al XIX secolo.

Clementinum: informazioni utili e come arrivare - Praga.info
L’interno della Biblioteca.

La biblioteca attualmente ospita al proprio interno più di 20mila volumi di letteratura teologica entrati a far parte dell’edificio già dagli inizi del XVII secolo. Appena entrati, colpiscono gli affreschi del soffitto dipinti da Jan Hiebl in cui sono raffigurati motivi allegorici legati all’istruzione e ritratti di santi gesuiti. Importante è anche la collezione di mappamondi e di globi astronomici disposta al centro della sala realizzata, per la maggior parte dagli stessi gesuiti, che un tempo abitavano queste stanze. Tra i globi sono presenti anche bellissimi orologi astronomici.

Nel 1781 Karl Rafael Ungar, allora direttore della biblioteca, creò una collezione di testi scritti in lingua ceca riferendosi ad essa con il nome di Biblioteca Nationalis ponendo, così, le basi per la successiva nascita della Biblioteca nazionale.

Possiamo anche sottolineare l’importanza della Torre astronomica che, dal 1775, ha condotto misurazioni meteorologiche e la Cappella degli Specchi, riccamente decorata, dove si trova l’organo originale, strumento musicale che suonato da Mozart. Nella cappella vi sono quotidianamente concerti.

Una curiosità legata ad una delle biblioteche più belle del mondo riguarda un racconto di Borges intitolato Il miracolo segreto nel quale il protagonista sogna di rifugiarsi in una delle navate dell’edificio in cerca di Dio. Cosa gli risponde il bibliotecario?

Dio è in una delle lettere d’una delle pagine d’uno dei quattrocentomila volumi del Klementinum. I miei padri e i padri dei miei padri hanno cercato questa lettera; io sono diventato cieco a cercarla.

Alessia Amato per L’isola di Omero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...