Il grande Gatsby di F. S. Fitzgerald

Il grande Gatsby di F. S. Fitzgerald: il manifesto dei ruggenti anni ’20

Il grande Gatsby di F. S. Fitzgerald è un libro pubblicato nel 1925 e considerato come il manifesto dei ruggenti anni ’20.

In quest’opera sono presenti molti riferimenti autobiografici come il desiderio di ascesa sociale, il vizio dell’alcool e l’amore turbolento.

Risultati immagini per fitzgerald francis scott
Francis Scott Fitzgerald (Saint Paul, 24 settembre 1896 – Los Angeles, 21 dicembre 1940).

La vicenda è ambientata nel 1922 a West Egg, una fittizia località di Long Island. Qui si stabilisce il narratore, Nick Carraway, che si troverà a vivere accanto ad una villa sfarzosa posseduta da un personaggio più tosto enigmatico di nome Jay Gatsby. Quest’ultimo, un giorno, inviterà Nick a casa sua per prender parte ad una delle feste sfrenate che di solito organizza, e da cui tra i due nascerà una forte amicizia. Questo rapporto sarà talmente forte da portare il narratore ad aiutare Mr Gatsby a rincontrare Daisy, sua cugina e donna amata dal vicino di casa in passato.

Gatby e Daisy si erano amati molto prima che lui partisse per il fronte, ma al suo ritorno egli aveva ritrovato la donna sposata con Tom Buchanan, un famoso giocatore di polo. Quando i due ex amanti si rivedranno a casa di Nick il loro amore tornerà a farsi sentire, tanto da dare il via ad una relazione clandestina. Ben presto però Tom scoprirà tutto e cercherà di mettersi di traverso tra i due, pur avendo anche egli un amante di nome Myrtle (la moglie di un meccanico).

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è gatsby-1.jpg

Una sera, durante un party, tra Tom e Gatsby avviene una forte disputa per la contesa della donna, alla fine della quale Daisy sceglierà Tom. Quest’ultimo, per umiliare l’avversario, farà tornare a casa la moglie in macchina proprio con Gatsby. La donna si mette al volante e, agitata dalla situazione, investirà ed ucciderà proprio Myrtle, l’amante di Tom.

Il meccanico, marito della donna assassinata per sbaglio, scoprirà che la macchina che ha causato l’incidente è di Gatsby e così lo ucciderà sparandogli un colpo in mezzo al petto, dopo esser entrato di soppiatto nella propria abitazione.

Gatsby, umiliato per amore ed ingiustamente incolpato, morirà da solo nella sua sfarzosa villa per mano di un uomo illuso di esser amato da sua moglie.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

1 commento su “Il grande Gatsby di F. S. Fitzgerald: il manifesto dei ruggenti anni ’20”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...