Romolo e Remo: la nascita di Roma

Romolo e Remo: l’appassionante leggenda della nascita di Roma

Romolo e Remo sono, nella tradizione mitologica romana, due fratelli gemelli, uno dei quali, Romolo, fu il fondatore della città di Roma e suo primo re.

Romolo nacque nella città di Alba Longa sulle pendici del monte Albano, dove si pensa si sia stanziata la stirpe di Enea dopo la caduta di Troia. Dopo 400 anni dalla fondazione di Alba Longa, la morte del suo re Proca provocò una violenta contesa tra i suoi due figli Numitore e Amulio per il diritto di successione al trono.

Risultati immagini per alba longa
Nella cartina si può notare la posizione geografica di Alba Longa.

Il secondogenito Amulio usurpò il trono al fratello Numitore e lo scacciò. Per evitare ulteriori rivendicazioni dinastiche, Amulio costrinse la figlia di Numitore, Rea Silvia, a diventare una vergine vestale al fine di impedire la nascita di nuovi contendenti al trono. Nonostante la regola che obbligava una vestale alla castità, Rea Silvia generò due gemelli, Romolo e Remo, la cui paternità viene attribuita dalla leggenda al dio Marte.

Il re Amulio non esitò a condannare a morte i due neonati per affogamento nel vicino fiume Tevere e incaricò alcuni suoi servi di eseguire la condanna. Tuttavia, una improvvisa inondazione impedì ai servi di portare a termine la missione e i gemelli rimasero abbandonati nella zona paludosa del Fico Ruminale, sulle pendici del Palatino, davanti al colle Campidoglio.

Un pastore di passaggio sul posto trovò la cesta dei due gemelli e li adottò come propri figli. Saranno allevati da sua moglie, il cui soprannome è “lupa”. Del resto la “lupa” è il totem della città fin dalla sua fondazione.

Risultati immagini per romolo e remo
Il totem della lupa con Romolo e Remo che allattano.

La vita pastorizia è molto dura, le razzie e i furti di bestiame sono molto frequenti e l’ambiente è poco adatto a due bambini. Romolo e Remo crescono forgiati dalle lotte e dal duro lavoro. Divenuti adulti si ergono come guerrieri a protezione della comunità locale.

Il destino si compie con il rapimento di Remo ad opera delle bande di razziatori. Remo viene condotto dinnanzi allo zio Amulio e quindi condannato a morte. Radunati i pastori, Romolo riusce a liberare il fratello e a uccidere il re Amulio. Un intervento che ufficializza la nascente potenza della comunità di Romolo e Remo sui villaggi circostanti.

I successi e la notorietà di Romolo e Remo li induce a trasformare la comunità di pastori in una vera e propria città. Purtroppo la scelta del colle su cui fondare la città o un diverbio tra i due si conclude con un violento litigio e con l’uccisione di Remo per mano del fratello Romolo.

Risultati immagini per romolo e remo
La raffigurazione della lotta tra Romolo e Remo.

La città di Roma venne così fondata sul colle Palatino. Romolo tracciò il solco secondo le comuni usanze e definì i confini alle pendici del colle. Lo stesso Romolo assunse il governo della nuova città come primo re di Roma. La legenda indicò una data ben precisa della fondazione, ovvero il 21 aprile del 753 a.C. Dal quel momento in poi saranno scritte delle intense pagine di storia che la faranno rimanere grandiosa anche dopo la caduta dell’Impero.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...