Cerbero è una creatura della mitologia greca, generata dall’unione di Echidna e Tifone.
La sua rappresentazione più comune è quella di un cane a tre teste. In alcuni casi è stato raffigurato con una criniera composta da serpenti vivi, in altri è stato riprodotto con dei serpenti velenosi al posto della pelliccia.

Risultato immagini per cerbero"
Raffigurazione di Cerbero.


Da sempre fedele ad Ade, dio degli inferi, Cerbero è uno dei numerosi mostri a guardia dell’ingresso dell’Averno, ovvero il mondo degli inferi e dei morti. In particolare egli aveva il compito di sorvegliare le rive del fiume Stige per impedire che, una volta attraversatolo, le anime dei morti potessero ritornare indietro verso il mondo dei vivi. Inoltre egli impediva a chiunque fosse ancora in vita di attraversare il fiume.

Risultato immagini per cerbero Divina commedia"
Rappresentazione di Cerbero nella Divina Commedia.

Secondo le antiche tradizioni, una volta entrati nell’Erebo vi è una porta guardata a vista da questo essere guardingo e aggressivo. A questo punto, i morti devono placarlo offrendogli il dolce di miele che auguratamente è stato posto nella loro tomba insieme con l’obolo destinato a Caronte, il traghettatore delle anime.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero