Alberto Burri: tra le grandi firme del Novecento c’è ”l’artista della materia”

Ai meno informati probabilmente sarà sfuggito che Alberto Burri era un artista laureato in medicina. Un particolare che desta stupore, se si riflette sugli altri grandi pittori e scultori italiani e stranieri del Novecento.

Di solito lo stereotipo dell’artista riconduce l’immaginario collettivo a pensare ad esso come un uomo bohemien, che vive in una realtà tutta sua e poco concreta.

Risultati immagini per alberto burri
Alberto Burri (Città di Castello, 12 marzo 1915 – Nizza, 13 febbraio 1995)

Effettivamente anche Burri, come le altre grandissime firme dell’arte, ha passato gran parte della sua vita in solitudine. Egli, infatti, visse in un casolare isolato a pochi chilometri dal Roma, dove poté liberamente dar sfogo alle proprie intuizioni.

Indubbiamente, però, la propria produzione artistica è stata anche legata alla professione medica, in quanto in seguito all’esercizio della stessa vi furono alcuni episodi che ne condizionarono la vita.

Burri rese servizio medico per l’esercito italiano nel periodo della seconda guerra mondiale, durante gli interventi in Africa.

Essendo fascista, venne fatto prigioniero e spedito presso i campi di concentramento americani, precisamente in Texas. Fu qui che l’artista prese coscienza di una realtà produttiva che metteva al centro la composizione dei materiali.

Immagine correlata
Alberto Burri durante la lavorazione della plastica

Egli introdusse una novità sconvolgente inserendo delle materie extra pittoriche all’interno dei quadri, come avvenne per la famosa serie dei sacchi.

Risultati immagini per alberto burri i sacchi
Alberto Burri, Sacco IV (1954)

Si tratta di composizioni modellate con delle cuciture e degli strappi. E’ facile pensare che tale novità inizialmente suscitò scandalo.

Successivamente, in particolare dagli anni Sessanta, si concentrò sull’utilizzo della plastica.

Alberto Burri ha così raccontato le strade e le figure di un tempo passato (forse il suo), quelle che lui ha deciso talvolta di odiare ed altre volte di amare.

Cosimo Guarini per L’isola di Omero

1 commento su “Alberto Burri: tra le grandi firme del Novecento c’è ”l’artista della materia””

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...