Alberobello: l’incanto della pietra. Il borgo tra la Valle d’Itria e la Murgia dei Trulli

Durante tutto l’anno numerosi visitatori si recano nella piccola cittadina barese per ammirare le tipicità di luogo che rappresenta perfettamente l’unione tra la Valle d’Itria e la Murgia.

In particolare i turisti rimangono affascinati dai Trulli, le strutture coniche in pietra secca che assumono un’eleganza particolare in inverno grazie alle soffici carezze della neve; ma anche d’estate il tipico bianco della calce spicca alla luce dei raggi solari.

Un’ottima gastronomia e dei paesaggi mozzafiato completano il profilo di un borgo unico, ed ormai conosciuto da migliaia di visitatori anche oltre il confine nazionale.

Cosa vedere ad Alberobello in un giorno?

Tra le attrazioni visibili c’è senza dubbio la serie dei famosi Trulli con i simboli sulla facciata: si tratta di alcune strutture tradizionali che si trovano una accanto all’altra, recanti dei segni dipinti con la calce lungo la parte superiore. Si va quelli di ispirazione ebraica, a quelli cristiani; per poi passare dagli elementi zodiacali a quelli pagani.

Il Trullo Sovrano, edificato tra il 1775 e il 1780, rappresenta una unicità da non poter perdere. Esso si trova nella parte nord della cittadina. Stesso discorso vale per il Trullo Siamese, collocato nel Rione Monti e tipico perché composto da una doppia facciata.

Alcuni trulli di Alberobello con i simboli sulla facciata

articolo di Cosimo Guarini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...